Campionato Giovanissimi regionali fascia A2 Girone B - Ilva Maddalena 4 : 2 Pizzinnos

Dopo un viaggio di più di due ore in pullman e i 15 minuti in traghetto, siamo arrivati al campo e finalmente abbiamo respirato l’aria della competizione che ci mancava da tanto, infatti da circa 8 mesi non si poteva giocare.
Per molti di noi è stata la prima esperienza di un incontro di calcio “vero” la presenza dell’arbitro rende tutto più serio e importante.
I mister che ci parlano come se fossimo dei veri giocatori, con suggerimenti e disposizioni per affrontare la partita al meglio, il riscaldamento, la consegna delle magli, l’appello e poi via si inizia.
Siamo messi bene in campo per dieci minuti buoni siamo corti e ognuno di noi tiene la posizione, la partita si sblocca con un lancio lungo di Boi per Irde, che stoppa bene la palla e si lancia verso il portiere avversario resistendo alle spinte del difensore, ma non c’è niente da fare il nostro Cristian Irde ci porta in vantaggio.
La partita ha sempre lo stesso scenario, l’Ilva Maddalena attacca e tiene palla, noi ci difendiamo bene e cerchiamo di ripartire in contropiede, dopo poco più di cinque minuti però da un calcio d’angolo la squadra di casa riesce a pareggiare. Noi un po’ caliamo ma non molliamo anche se dopo qualche minuto riescono a colpirci nuovamente con un gran tiro dalla sinistra. Iniziamo a subire la loro fisicità ma non cambiamo il nostro atteggiamento rimaniamo sempre compatti e i lanci precisi di Mattia Boi portano Irde nuovamente in aria di rigore che lotta contro i difensori e il portiere avversario, cade ma non perde la palla si rialza e riesce a infilare la palla in rete, 2-2.
A questo punto prendiamo coraggio e con un paio di scambi tra Enna e Irde arriviamo in area di rigore ma per due volte sbagliamo due goal quasi fatti, colpendo anche la traversa con un ottimo diagonale di Enna.
Finisce il primo tempo andiamo negli spogliatoi dove il nostro Mister ci sostiene e ci da consigli sulle posizioni da tenere in campo.
Torniamo in campo ma l’Ilva Maddalena ci mette sempre più pressione, subiamo la fisicità del numero 10 e del numero 2 che, uno nelle fasce l’altro da centro campo riescono a vincere i contrasti essendo molto alti e tecnicamente forti.
Arriva il 3 a 2 per la squadra di casa, a questo punto subiamo il colpo, il caldo si fa sentire, passano pochi minuti e subiamo anche il 4 a 2 definitivo. 
Iniziano i cambi sia per noi che per l’Ilva, riusciamo a contenere i loro attacchi e cerchiamo anche qualche incursione in attacco ma non riusciamo a impensierire il portiere avversario.
Arrivano i tre fischi finali, la partita finisce noi siamo un po’ tristi però ci confortano i complimenti per la correttezza della gara e l’impegno dimostrato da tutti i giocatori in campo, lo dimostra il lungo applauso che le persone negli spalti ci regalano.
Forza Pizzinnos
 

Condividi: